www.etramik.it
il primo Sito italiano dedicato all'etrail
solo mountain-bike elettriche
etrail

10 BUONI MOTIVI

PER AVVICINARSI ALL'ETRAIL

Etrail Benefici Effetti
no assicurazione nessun costo risparmio e/o possibilità di utilizzo delle
proprie disponibilità per la pratica di attività sportiva
(es: ingresso nelle piste riservate alle e-bike, escursioni,
competizioni, vacanze dedicate all'etrail, acquisto di
attrezzature, accessori, abbigliamento tecnico ecc..)
no bollo nessun costo
no revisione del veicolo nessun costo
no carburante
(ricarica batteria con energia elettrica)
costo contenuto
no tagliandi periodici
(solo sostituzione ricambi all'occorrenza)
costo contenuto
no cambio gomme oneroso costo contenuto
no carrello auto per trasporto
(semplice portabici)
costo contenuto
no generali vincoli ambientali
(limitazioni specifiche solo in aree di particolare tutela)
elevata libertà di utilizzo ottimizzazione del proprio tempo libero
no interruzione durante il periodo invernale praticabilità durante tutto l'anno ottimizzazione del proprio tempo libero
no rischi connessi alla circolazione stradale elevata sicurezza di utilizzo ottimale benessere dell'e-biker
no impatto su fauna e flora elevato rispetto della natura ottimale tutela dell'ambiente


... le buone ragioni erano undici ...

MISSION

UN PO' DI REGOLE

Percorrere alla guida di e-bike con motore elettrico di potenza non superiore a 250 Watt (secondo quanto stabilito dall'art. 50 del Codice della Strada) la più ampia tipologia di terreni non asfaltati in discesa, pianura e salita, nel minor tempo, senza appoggiare uno o entrambi i piedi a terra.

L'e-biker, durante le competizioni, matura un secondo di penalità ogni volta che appoggia un solo piede a terra e due secondi di penalità ogni volta che appoggia entrambi i piedi a terra, salvo diverse disposizioni di gara. Il cumulo delle penalità totalizzate appoggiando uno o entrambi i piedi a terra viene sommato al tempo impiegato per percorrere il tragitto stabilito.
In tal modo conseguirà il miglior risultato l'e-biker che, a parità di tempo impiegato per percorrere il campo di gara, avrà appoggiato a terra uno o entrambi i piedi per il minor numero di volte, o che, in caso di diverso tempo di percorrenza del campo di gara rispetto agli altri concorrenti, avrà realizzato il minor tempo in applicazione del precedente criterio.

Il tempo di percorrenza del campo di gara è definito "tempo parziale", mentre quello ottenuto sommando al tempo parziale i secondi di penalità eventualmente maturati è definito "tempo totale".

I giudici di gara, ove presenti, rilevano le penalità.

L'etrail delineato e descritto dal fondatore del Sito si caratterizza per l'elevata velocità di percorrenza dei tratti in salita, oltreché di quelli in pianura e in discesa. Il casco e le altre protezioni per il corpo vengono indossate nel continuo dell'attività e non devono essere tolte nei tragitti in salita. Ciò contribuisce a garantire la massima incolumità dell'e-biker.


REQUISITI E CARATTERISTICHE

PER LA PRATICA DELLA DISCIPLINA

Tecnica di guida, velocità di percorrenza, agilità, concentrazione, equilibrio, potenza muscolare, reattività, resistenza, conoscenza degli ostacoli naturali e delle relative tipologie di insidie.

Affidabilità ed efficacia della e-bike. Sospensioni dotate di sistema di bloccaggio rapido per affrontare alla più alta velocità i tratti in salita, con ampia escursione per percorrere alla maggiore velocità i tratti in discesa. Freni a disco e, preferibilmente, guida catena. Pneumatici tassellati per terreni impervi e fangosi. Ruote da 26, 27,5 o 29 pollici a seconda delle preferenze personali.

L'etrail permette di raggiungere alte velocità in pianura, in discesa e in salita. Le e-bikes ideali per la pratica dell'etrail presentano caratteristiche tecniche eccellenti per percorrere ogni tipo di terreno. Ciò permette di elevare considerevolmente tanto la velocità media tenuta, quanto la velocità massima raggiunta su qualsiasi tipo di terreno, qualunque sia la sua pendenza.

Gli standards dei freni, delle sospensioni, delle ruote e del telaio delle e-bikes variano in base alle caratteristiche fisiche e attitudinali degli e-bikers. Ogni e-biker personalizza e adatta l'e-bike utilizzata in base alle proprie preferenze personali. Il motore è l'unico componente che deve rispettare rigorosi standards, dovendo essere conforme a quanto stabilito dall'art. 50 del Codice della Strada (nel caso in cui l'etrail sia praticato in Italia).

L'etrail è praticato su terreni veloci e scorrevoli, che si alternano a sentieri tecnici e tortuosi e a tragitti estremamente difficili, con ostacoli naturali che rendono necessario, in alcuni tratti, arrestare la marcia e determinare, in pochi istanti, la direzione e la tecnica per proseguire senza scendere dalla e-bike. Le alte quote raggiunte rendono necessario percorrere lunghe e ripide discese.

L'e-biker, durante una sessione di etrail, esprimerà differenti capacità: la resistenza sui lunghi tragitti scorrevoli e veloci, la tecnica e la potenza muscolare nei sentieri tecnici, la lucidità, l'equilibrio e l'inventiva che gli permetteranno di creare, istante dopo istante, la propria traiettoria. Inoltre, dovrà esprimere il proprio talento nei tratti in discesa, ove, il peso della e-bike, producendo una forte forza di gravità, comporterà una velocità di percorrenza particolarmente elevata. Ciò richiede una spiccata propensione al gravity e l'utilizzo di componenti tecniche (in particolare, ruote, sospensioni e impianti frenanti) di alta e altissima gamma. L'etrail esprime l'alta sinergia tra expertise industriale e performance umana, finalizzata al raggiungimento delle migliori prestazioni.

ATTREZZATURA CONSIGLIATA

SICUREZZA E COMODITÀ

  • casco (preferibilmente integrale con mentoniera, comunque integrale ove previsto);
  • maschera;
  • protezioni per schiena, petto, spalle, gomiti, ginocchia;
  • guanti ad alta protezione anti-abrasione rinforzati (es: in carbonio);
  • felpa o altro indumento a manica lunga anti-abrasione;
  • tuta o altro pantalone a gamba lunga anti-abrasione;
  • scarpe leggere fino alla caviglia con suola antiscivolo o, in terreni particolarmente impervi, stivali da fuoristrada;
  • tuta impermeabile integrale o kway impermeabile e pantalone impermeabile (da utilizzare in caso di improvvise precipitazioni piovose o nevose);
  • zaino.

SUGGERIMENTI

RICORDI I CONSIGLI DELLA NONNA?

  • dotarsi di GPS, mappe, bussola e cellulare;
  • perlustrare preventivamente i sentieri a piedi prima di percorrerli guidando la e-bike;
  • praticare l'attività durante il giorno, con luce e visibilità sufficienti (non con nebbia intensa o con forte pioggia). Verificare prima di ogni uscita le previsioni meteo, specialmente in caso di sessioni di etrail ad alta quota;
  • utilizzare le protezioni per il corpo durante la percorrenza di ogni tragitto, in discesa, in pianura e in salita, anche durante i mesi primaverili, estivi ed autunnali, anche in occasione di temperature elevate. Si consiglia di variare la tipologia dei tessuti indossati ma di non praticare mai l'attività senza una o più delle protezioni suggerite;
  • portare con sé un kit d'emergenza da usare in caso di escoriazioni (disinfettante, garza e nastro);
  • uscire preferibilmente almeno in due. In caso contrario comunicare preventivamente a persone di propria conoscenza l'itinerario stabilito;
  • portare con sé riserve di acqua e cibo;
  • informarsi sulle zone, sui periodi e sulle battute di caccia;
  • prestare attenzione alla possibile presenza di vipere, soprattutto nelle vicinanze dei corsi d'acqua o di piccoli stagni e/o in presenza di fondo pietroso o roccioso, in modo particolare durante i mesi estivi e autunnali (nel bosco è buona norma indossare calze spesse);
  • utilizzare, durante la pratica dell'etrail, repellenti per tafani o altri insetti diffusi nel bosco (per es. distribuendo preventivamente su collo, viso, mani e zone del corpo scoperte qualche goccia di estratto di citronella o altro olio analogo);
  • individuare i confini delle proprietà private onde evitare di entrarvi, seppur involontariamente. Prestare la massima attenzione all'eventuale presenza di cani in prossimità di tali confini;
  • il bosco è un ambiente estremamente mutabile (es: alberi caduti, nuove buche causate da forte pioggia, frane, smottamenti del terreno, crepacci, fossi e dirupi coperti o nascosti dalla vegetazione). Inoltre il bosco è frequentato da una moltitudine di utenti diversi dagli e-bikers, come cacciatori, raccoglitori di funghi, tartufi, castagne, frutti selvatici ed altri prodotti agresti, escursionisti, guardie ecologiche e forestali, addetti alla pulizia e alla conservazione del patrimonio boschivo, oltreché popolato da animali anche di taglia significativa, come volpi, cinghiali, cervi, cerbiatti, ecc… Pertanto, è necessario percorrere i sentieri usando sempre la massima prudenza e, salvo i casi di competizioni autorizzate dalle competenti autorità, moderando la velocità in modo da evitare di causare qualsiasi danno a sé stessi e/o agli altri, oltreché alla fauna e alla flora.

INNOVATION

IL FUORISTRADA ARRIVA PIÙ IN ALTO

L'etrail si caratterizza per la significativa velocità di percorrenza dei tratti in salita dovuta all'ambizione dell'e-biker e all'efficienza del mezzo utilizzato. Valorizzare i percorsi in salita consente di conquistare le vette e i tragitti più sconosciuti. L'e-biker, attivando il motore elettrico, potrà percorrere, a parità di energia fisica utilizzata, tragitti più lunghi e impegnativi rispetto a quelli percorsi utilizzando l'e-bike con assistenza alla pedalata disattivata, oppure potrà percorrere tragitti lunghi e impegnativi utilizzando minore energia fisica di quanta sarebbe necessaria per percorrerli senza l'ausilio della pedalata assistita. L'attivazione del motore elettrico consente all'e-biker più allenato di esaltare le proprie performance e permette all'e-biker non allenato o poco allenato di conseguire risultati importanti potendo estendere i propri tragitti e aumentandone la difficoltà tecnica.

Utilizzando gli impianti di risalita situati presso le stazioni sciistiche i propri punti di arrivo diventeranno nuovi punti di partenza. Da lì in poi, l'e-biker raggiungerà i trails situati a maggiori dislivelli, avvantaggiandosi di un mezzo efficace, pedalabile e veloce anche sulle forti pendenze. Tutto ciò consente di innovare le frontiere del fuoristrada. Con l'etrail il fuoristrada arriva più in alto.


ETICA

E CENNI SULLA DISCIPLINA

L'etrail si origina e si evolve quale disciplina ideale per coniugare la passione per le due ruote, azionate dalla propria forza muscolare usufruendo del supporto di un motore elettrico pulito e silenzioso, all'interesse per la natura, intesa nella sua accezione più ampia. Tutto ciò, nel rispetto della flora e della fauna, ovvero di ogni "abitante" del bosco, animale o vegetale che sia e di ogni suo frequentatore. Per il fondatore del Sito l'acronimo "etrail" rappresenta il connubio tra la lettera "e", identificativa di electric-bike e il termine "trail" (sentiero) ed evoca l'incontro tra uomo e natura, mediante l'utilizzo di un veicolo che consente di percorrere lunghi tragitti in un tempo relativamente breve, calibrando lo sforzo fisico in base alle proprie potenzialità, praticando un'attività sportiva entusiasmante e gratificante. Al di fuori di competizioni sportive debitamente autorizzate, in occasione delle quali il minor tempo di percorrenza di un tragitto è finalizzato al raggiungimento del miglior risultato, il valore dell'etrail sta nel suo stesso carattere innovativo: l'incontro ottimale tra uomo, tecnologia elettrica e ambiente.

L'utilizzo di telai, forcelle, freni, motori elettrici ed altre componenti altamente performanti, unitamente all'abilità dello sportivo permette di affrontare al meglio le asperità del terreno. La possibilità di non "scendere" dalla e-bike deriva, oltreché dalla preparazione atletica, anche dalle potenzialità del veicolo utilizzato. Vincere ogni ostacolo naturale migliorando le proprie performance alla guida di un mezzo eccellente in un ambiente atavico e con spirito selvatico è l'essenza di questa disciplina. Imparare a "sentire" l'ambiente, interpretare i terreni, immaginare il suolo di un'area coperta dall'acqua, indovinare la consistenza di un tratto di sabbia, regolare la forza esplosiva in una salita fangosa e ripida (rimanendo sulla e-bike), valutare l'aderenza di un grosso masso, di una serie di grossi massi e tanto altro ancora è condizione necessaria per valorizzare quanto la tecnologia industriale meccanica, pneumatica ed elettrica può offrire.

Conoscere e immedesimarsi nell'ambiente naturale è il punto d'arrivo dell'etrail. Ma, oltre alla simbiosi tra il proprio talento e il grado di evoluzione tecnica del mezzo utilizzato c'è posto per tanto altro. Osservare un paesaggio particolare, un animale irto e immobile, un evento atmosferico raro e improvviso o immortalare un'importante performance con una telecamera on-board fa parte dell'etrail. Una giornata di etrail è l'esperienza di una nuova disciplina che consente di percepire quanto di meglio la natura può offrire, pieni di adrenalina e ben ammortizzati su due larghe ruote.


DIVENTARE E-TRAILER

STEP BY STEP

L'etrail comporta un utilizzo specifico delle mountain bike a pedalata assistita. Le protezioni necessarie per praticare nella massima sicurezza questa disciplina, l'abbigliamento tecnico utilizzato, le evoluzioni necessarie per superare gli ostacoli naturali, la preparazione fisica e l'esperienza necessarie per affrontare le varie tipologie di terreni segnano una linea di demarcazione netta rispetto ad altre tipologie di impiego delle E-MTB.

Chiunque desiderasse praticare l'etrail in mancanza di una preparazione atletica specifica potrà avvicinarsi a questa disciplina gradualmente, eseguendo esercizi proporzionali alle proprie abilità e utilizzando protezioni e abbigliamento adeguati alle necessità. Così, per acquisire dimestichezza nell'utilizzo della propria E-MTB potrà essere sufficiente utilizzare un casco aperto anziché integrale o un paio di occhiali in luogo della maschera. Allo stesso modo, potranno essere indossati pantaloni corti e maglie a maniche corte, ecc... All'aumentare della difficoltà delle proprie performance si utilizzeranno accessori, abbigliamento e protezioni sempre più protettivi, sino a dotarsi di tutti quelli necessari per la pratica dell'etrail.

Diventare e-trailer step by step è il modo più sicuro e più divertente per conquistare i propri traguardi ottenendo la massima soddisfazione.


NOTE

DEL FONDATORE DEL SITO

Ogni volta che entro in un bosco, specialmente se sono solo, avverto la sensazione di non conoscerlo abbastanza. Poi, dopo qualche minuto, forse consapevole che da molti anni ne sono frequentatore, inizio ad "assaporare" il gusto di esserne, per l'ennesima volta, visitatore. Il bosco è vivo. E' un intreccio senza fine di forme e di colori, diversi ogni giorno dell'anno. E' molto rumoroso. I rumori del bosco sono ancora più pervasivi delle sue forme e dei suoi colori. Sono i linguaggi dei suoi "abitanti".
Di sera, subito dopo il tramonto e di mattina appena prima dell'alba, potrà lasciare in voi un ricordo indelebile, se non altro perché, senza luce, ma neppure al buio completo, potrete percepirne fino in fondo il fascino e il mistero. Il mio invito è quello di scoprirlo o comunque di "provarlo", anche per una sola volta. Sarà un'esperienza che non vi lascerà indifferenti. L'etrail è un'ottima porta per entrarvi.